Villa per matrimoni a Roma

Cars & Yachts

Cars & Yachts
Noleggio auto e yachts di lusso per matrimoni

Il Matrimonio Gay in Italia e nel mondo

Come ben saprete, in Italia il matrimonio omosessuale (o matrimonio gay) non è riconosciuto dalla legge. Il nostro paese è uno dei pochi in Europa che sta ancora valutando la soluzione migliore per le unioni civili di coppie omosessuali. Ovvie sono le controversie invece relative ad una possibile apertura della Chiesa, in quanto istituzione fondata su dogmi spesso retrogradi, ma comunque fermi ed a loro modo imprescindibili.
Senza sconfinare in meri discorsi etici, filosofici o ancor più biologici, rispetto ai quali, com'è giustissimo che sia, ognuno di noi ha un proprio punto di vista ed una propria opinione, vorremmo analizzare gli aspetti più “razionali”, se così si possono definire, nei riguardi di quello che è comunemente chiamato “matrimonio gay”.
Sembra che negli ultimi periodi, dopo l'apertura di paesi come la Francia, anche la Comunità Europea si stia muovendo a favore positivo e stia facendo pressioni sul governo italiano per accelerare quello che sembra essere un processo ormai certo di accettazione e regolamentazione dell'unione civile omosessuale.
Questo poiché la Convenzione europea sui diritti dell’uomo vieta categoricamente qualunque discriminazione raziale e/o sessuale.
Allora, perché in Italia, nonostante siano state avanzate svariate proposte di legge a favore del matrimonio gay, non si ha ancora una definizione in termini legali di quella che è comunque un'unione a tutti gli effetti e che quindi meriterebbe quanto meno i diritti in termini legislativi e fiscali di cui godono le coppie eterosessuali, in particolare in materia di eredità e potere decisionale del partner in casi ad esempio di problemi di salute gravi?
Probabilmente, da una parte questa situazione di “stand by” è provocata da una parte dalla pressione morale della Chiesa, che se pur meno forte sui cittadini italiani da qualche tempo ormai, rappresenta un elemento fortemente condizionante sulla morale comune, dall'altra, crediamo che quest'empasse sia strettamente correlata all’idea che il matrimonio si basa fondamentalmente sul concetto di famiglia.
Questo concetto, impone un certo timore nei confronti di quelle persone
In Italia le procedure fino ad ora seguite per l’approvazione di leggi sui matrimoni omosessuali non seguono l’iter e l’evoluzione che, invece, si è avuta in altri paesi. Ci si aspetterebbe che venissero prima riconosciute le unioni civili per poi passare alla legalizzazione dei matrimoni gay. Invece nel nostro Paese non sono legali nemmeno le unioni civili. Per questo si parla di “coppie di fatto”, coppie che, però, non sono legalmente riconosciute.
Non in tutta Italia, fortunatamente, è così. Vi sono alcune regioni in cui sono stati adottati dei provvedimenti locali che tutelano i partner non legalmente sposati, siano questi eterosessuali o omosessuali. Nel 2004 hanno adottato tali provvedimenti la Calabria, la Toscana, l’Umbria, l’Emilia-Romagna.
Parliamo ora, però, dell'elenco degli stati che hanno seguito i Paesi Bassi, primi nel 2000 ad approvare il matrimonio gay:


- Andorra
- Brasile
- Austria
- Colombia
- Repubblica Ceca
- Ecuador
- Finlandia
- Francia
- Germania
- Groenlandia
- Irlanda
- Israele
- Lussemburgo
- Nuova Caledonia
- Nuova Zelanda
- Slovenia
- Svizzera
- Wallis e Futuna
- Regno Unito
- Ungheria
- Uruguay


Siamo certi che presto anche in Italia si sbloccherà in maniera importante questa situazione, che ci teniamo a sottolineare, nulla ha a che vedere con discorsi ben più ampi e diversi come l'adozione ed il matrimonio religioso.
Ciò che è certo è che al di là di ogni preconcetto e giusta o meno valutazione personale nei riguardi della tematica omosessuale, la legge dovrebbe permettere a tutti i cittadini italiani e degli altri paesi, di avere eguali diritti, per lo meno nei termini delle norme che governano l'ambito prettamente fiscale e civile della vita familiare di 2 persone, che se pur dello stesso sesso, decidano di vivere la propria vita ed il proprio amore insieme e sotto lo stesso tetto.

Vi invitiamo ad ascoltare questa stupenda canzone ed a tradurla (o semplicemente a cercarne il testo tradotto in Italiano...). Il resto sta alla vostra sensibilità! ;-)