Villa per matrimoni a Roma

Cars & Yachts

Cars & Yachts
Noleggio auto e yachts di lusso per matrimoni

Come si diventa Wedding Planner?

Come diventare wedding planner

Pro e contro dell'attività di organizzatori di matrimoni


La professione di Wedding Planner è forse, uno dei lavori più interessanti del mondo: fornisce soddisfazioni quotidiane e permette di utilizzare, non solo la competenza acquisita professionalmente, ma anche aspetti della propria umanità che altre professioni terrebbero nascoste e sopite.
Oltre a questi lati positivi, è giusto prendere in considerazione anche dei lati non altrettanto positivi dei quali prendere coscienza, da vero imprenditore di successo quale sarai.
Partiamo pertanto dai lati positivi del lavoro di Wedding Planner.
Prima di tutto si tratta di un mestiere creativo, originale, entusiasmante, stimolante e appagante. L’organizzazione di ogni matrimonio è una nuova sfida ed un nuovo percorso professionale. Un percorso che permette di far crescere te come professionista e come persona.

La costante ricerca di idee nuove, la pianificazione e realizzazione di progetti, tutti diversi tra loro e la risoluzione di eventuali imprevisti che si possono incontrare ti permette di accrescere le tue conoscenze e allargare i tuoi orizzonti, ma contribuisce anche alla crescita della coppia che stai seguendo.
Conoscere nuove persone, tutte professioniste e preparate nel loro lavoro, diventerà per te la regola e ciò ti permetterà anche di ampliare costantemente le tipologie di servizi che puoi offrire.
Ultimo aspetto, ma non certo per importanza, la totale assenza della “subordinazione”. Sarai tu a gestire la tua giornata di lavoro nella maniera per te più appropriata, seguendo i tuoi ritm. Potrai decidere quando organizzare un meeting con i fornitori o fissare un appuntamento con la coppia, quando dedicare tempo alla tua crescita professionale, magari frequentando corsi di formazione come questo e quando visitare una fiera di settore alla ricerca di nuove tendenze e nuovi partners.
Ma anche, perché no, una volta sicuro delle tue conoscenze, potrai pensare di organizzare dei corsi di portamento per i futuri sposi o dedicati alla formazione di futuri Wedding Planner. Sarai tu a scegliere i tuoi orari organizzandoli in base ai tuoi impegni.
Spostandoci sui lati meno attraenti del lavoro di WP, troviamo certamente il rischio d’impresa. Sei a tutti gli effetti un imprenditore, ma se vuoi distinguerti tra gli altri, soprattutto nella tua nicchia di mercato, devi imparare a essere un bravo osservatore. È indispensabile che ti sappia muovere e orientare nel particolare, e certe volte complesso, mondo dei rapporti tra clienti e fornitori, competitors e collaboratori per mirare non solo a sopravvivere, ma a diventare unico e indispensabile nel tuo settore. Come in ogni campo imprenditoriale, sia che si tratti di un salone di bellezza sia di un bar, abbiamo sempre a che fare con il rischio d’impresa, ossia il rischio che la tua nuova attività ti porti dei guadagni ben lontani da quelli che ti sei prefissato, almeno per i primi due-tre anni. Un accurato business plan è quindi perlomeno indispensabile. Non è quindi tutto rose e fiori, vogliamo essere chiari fin da subito su questo punto. Sicuramente ne sei già ampiamente consapevole, ma vogliamo sottolineare ancora una volta che il successo in ogni campo dipende dall’impegno e dalla volontà che si profonde, oltre che dall’entusiasmo che siamo disposti a dedicare per far fiorire il nostro business.
Nel nostro caso specifico devi sapere che il cliente non torna “quasi” mai. Questo è un aspetto da metabolizzare subito. A meno di inauspicati divorzi, non avrai mai due volte lo stesso cliente.
Ciò implica una costante ricerca, o di nuova clientela tramite gli strumenti che vedremo insieme più avanti, o di una forte opera di fidelizzazione del cliente acquisito, proponendogli altri servizi aggiuntivi come l’organizzazione di anniversari, battesimi e cene di famiglia.
Vi è poi l’autonomia e la capacità di gestire lo stress. Ecco il rovescio della medaglia del fatto di non avere un lavoro impiegatizio. Prendere delle decisioni da soli non è sempre facile e piacevole come può sembrare. E qui torniamo anche alla flessibilità degli orari. Questa è la parte peggiore del non timbrare un badge. Incontrerai i clienti negli orari più impensati e secondo le loro esigenze, non le tue. Lavorerai quasi tutti i week-end perché è proprio il momento nel quale tutti gli eventi hanno luogo.
Questo ti lascia ben poco tempo per altro, almeno nella fase d’avviamento.
La precarietà dell’organizzazione, l’umore degli sposi, la mancanza di puntualità dei fornitori, le variabili meteorologiche, la qualità del servizio sono tutti elementi che minano le fondamenta della costruzione che con tanta attenzione hai eretto.

Fare sí che ognuno di questi elementi non infici la riuscita del tuo lavoro sarà senza dubbio fonte di stress.
Eppure, se si è vocati per questa attività e si è decisi nell'avviare un'agenzia di Wedding Planning con la mission di coadiuvare gli sposi nell'organizzazione di matrimoni da sogno ed ovviamente con l'obiettivo di guadagnare quanto si meriti per la propria consulenza, il ruolo di Wedding Planner rappresenterà il lavoro ideale per molti/e di voi.