Confetti Mucci Giovanni - Un’azienda storica attenta alle innovazioni

La casa Mucci Giovanni, premiata fabbrica di confetti e dragées
(qui l’articolo della famosa rivista Gambero Rosso che la riconosce come miglior azienda italiana produttrice di confetti),



come in passato è sempre pronta a cogliere le forme più moderne e attuali della promozione, in quanto fermamente convinta che i mezzi di comunicazione sono necessari nonché importanti per far conoscere e divulgare le peculiarità dei propri prodotti.

Come sosteneva il fondatore Nicola Mucci già nei primi anni del secolo scorso: “La pubblicità è l’anima del commercio”.


Promozione che attualmente la Mucci Giovanni attua, non solo tramite le tradizionali riviste cartacee tra le più importanti e partecipando a fiere nazionali e internazionali ma, soprattutto, tramite i social networks più conosciuti, tra i quali Facebook e Twitter, raggiungendo così un numero di utenti sempre più elevato.
Con questi mezzi di comunicazione moderni, diventa sempre più semplice interagire con tutti gli estimatori, garantendo a questi ultimi aggiornamenti continui e offrendo loro anche la possibilità di acquistare i prodotti Mucci Giovanni direttamente tramite e-mail o tramite i social networks, ricevendoli entro le 24-48 ore.




Innovazione, creatività, storia, qualità, tradizione. Questi i punti fermi della Famiglia Mucci, attenta non solo a custodire gelosamente le antiche ricette dell’alta confetteria artigianale ma, ad aprirsi alle innovazioni, alle richieste dei consumatori più esigenti.


Accanto ai “Tenerelli Mucci” specialità tipica di Andria, realizzati con mandorle di Toritto (BA) e nocciole Piemonte i.g.p. ricoperte di cioccolato, figurano i confetti Monnalisa con oltre venti gusti differenti, i dragées ripieni di liquore, caffè espresso, scorzette d’arancia candite, i classici confetti alla mandorla “Pizzuta di Avola” ed i caratteristici fruttini di marzapaneTutti realizzati con le migliori materie prime, solo colori e aromi naturali e, tutti certificati senza glutine.


Un miscuglio di colori, profumi, sapori.
E proprio in questi confetti l’arte si manifesta appieno con la purezza della spontaneità, della genuinità e della semplicità.




Una realtà unica che perpetra le sue tradizioni, i suoi segreti, le sue maestrie da oltre 120 anni, di generazione in generazione, come nelle più belle storie, basate sull’amore per il proprio lavoro e sull’antico sapere, che conferiscono all’artigianalità la sua dimensione poetica.
Amore e passione che hanno portato oggi la Famiglia Mucci alla realizzazione del Museo del Confetto, allestito in una bella palazzina liberty dalle volte in pietra, originaria sede della fabbrica di confetti, dove è possibile perdersi in fragranze, colori, utensili, stampini, apparecchiature per la produzione di confetti, caramelle e cioccolato.



Per saperne di più potete visitare il sito www.confettimucci.it oppure contattare direttamente la sede storica di Andria al seguente indirizzo mail info@confettimucci.it.








Abilità, prontezza e creatività nelle foto di matrimonio di Daniela Cottone

Oggi matrimoniomoderno.com ha chiesto per voi ad un'abilissima fotografa, Daniela Cottone, di Cosenza, quali siano le caratteristiche e la peculiarità che distinguono la "Wedding photography" da altre tipologie di fotografia.

"Avere un proprio stile è corretto" afferma Daniela..."ma si può anche usare un linguaggio differente, nell'interpretazione delle varie personalità della coppia ed in base al contesto ed alla  situazione."

Per questo fotografare la foto di cerimonia è quella più complessa,infatti i suoi scatti sono la fusione di tutte le  forme, le tecniche ed i soggetti di fotografia, cioè di still life, ritratto, architettura, documentazione/reportage.

Eseguire tutto questo con rapidità, prontezza, creatività e uno spiccato gusto è quindi un lavoro estremamente delicato e complesso, che solo il fotografo più sensibile e più adatto ai repentini cambiamenti di scenario e di prospettiva, sa affrontare.



Per fare tutto questo è fondamentale conoscere differenti linguaggi e regole, che stanno alla base delle diverse forme di“fotografie”.La tecnologia non cambia il risultato del significato di fotografia. "La tecnica è il mezzo, non il fine."



Da questo possiamo dedurre che la fotografia di matrimonio ha una forte componente legata alla soggettività sia dei soggetti stessi (scusate il gioco di parole) che alla sensibilità del fotografo, in quanto nonostante si conoscano tutti i principi tecnici e si abbia un'appurata esperienza sul campo, ciò che poi fa la differenza è sempre l'approccio umano del professionista che da dietro un obiettivo cerca di percepire attimi, emozioni e sensazioni irripetibili che dovranno essere fissati nel tempo e nello spazio, per dar modo agli Sposi ed a tutti i propri cari di poter godere di quegli istanti "all'infinito"!



Un lavoro di grande creatività, ma anche di grandissima responsabilità dunque!

Per tutti voi Sposi moderni, sarà possibile fare 2 chiacchere direttamente con la fotografa che ci ha gentilmente aiutati nel descrivervi la fotografia di matrimonio, secondo il suo punto di vista, semplicemente accedendo alla sua pagina facebook 
https://www.facebook.com/pages/Studio-Fotografico-Daniela-Cottone/105550696177664?ref=ts&fref=ts o 
tramite il suo sito http://www.fotostudiocottone.it/contatti.asp .

La fotografia come filo conduttore dei momenti più belli delle nostre vite

Quando si sceglie il fotografo per il matrimonio, ed ancor più per un matrimonio moderno ed al passo coi tempi, bisogna pensare anche al futuro! Ogni momento felice della vostra vita merita di essere fermato nel tempo, per voi e i vostri figli.


Perciò è importante scegliere un fotografo con cui si riesca ad avere un buon feeling, e che abbia la possibilità di seguirvi come un vero e proprio "personal photographer", che da tempo usa in America, dove si sa che, almeno in questo campo sono sempre all'avanguardia in quanto a modernità e professionalità.


Ecco quindi che il fotografo diventerà il vostro riferimento, una persona fidata e molto presente, con la quale instaurerete un rapporto umano fondamentale, per l'interpretazione delle vostre esigenze e delle vostre personalità. 


Ricordate sempre che è al vostro fotografo che affiderete un compito importantissimo: fermare nel tempo i vostri ricordi più preziosi e speciali, i vostri momenti più belli della vostra vita… il matrimonio è solo l’inizio!


Ecco perché una fotografa come, ad esempio, Eleonora Vaschetti, potrà fare al caso vostro sia per il vostro servizio fotografico di nozze che per quanto concerne tutti gli eventi felici della vostra vita che potranno susseguirsi dopo il vostro "Sì"!


Dalla nascita dalle foto prenatale a quelle del vostro bebè, dal rinnovo della vostra promessa di matrimonio al battesimo del vostro bambino... tante sono le occasioni nelle quali avrete bisogno di una persona fidata, che sappia capirvi, senza dover ricominciare ogni volta da 0.

Le foto di Eleonora Vaschetti, secondo noi, sono già una garanzia nei riguardi della sua estrema sensibilità ed umanità, nonché della sua grande tecnica professionale.
Per saperne di più riguardo i suoi servizi non dovrete far altro che visitare il suo sito: www.evstudiofotografico.com

Il Matrimonio Gay in Italia e nel mondo

Come ben saprete, in Italia il matrimonio omosessuale (o matrimonio gay) non è riconosciuto dalla legge. Il nostro paese è uno dei pochi in Europa che sta ancora valutando la soluzione migliore per le unioni civili di coppie omosessuali. Ovvie sono le controversie invece relative ad una possibile apertura della Chiesa, in quanto istituzione fondata su dogmi spesso retrogradi, ma comunque fermi ed a loro modo imprescindibili.
Senza sconfinare in meri discorsi etici, filosofici o ancor più biologici, rispetto ai quali, com'è giustissimo che sia, ognuno di noi ha un proprio punto di vista ed una propria opinione, vorremmo analizzare gli aspetti più “razionali”, se così si possono definire, nei riguardi di quello che è comunemente chiamato “matrimonio gay”.
Sembra che negli ultimi periodi, dopo l'apertura di paesi come la Francia, anche la Comunità Europea si stia muovendo a favore positivo e stia facendo pressioni sul governo italiano per accelerare quello che sembra essere un processo ormai certo di accettazione e regolamentazione dell'unione civile omosessuale.
Questo poiché la Convenzione europea sui diritti dell’uomo vieta categoricamente qualunque discriminazione raziale e/o sessuale.
Allora, perché in Italia, nonostante siano state avanzate svariate proposte di legge a favore del matrimonio gay, non si ha ancora una definizione in termini legali di quella che è comunque un'unione a tutti gli effetti e che quindi meriterebbe quanto meno i diritti in termini legislativi e fiscali di cui godono le coppie eterosessuali, in particolare in materia di eredità e potere decisionale del partner in casi ad esempio di problemi di salute gravi?
Probabilmente, da una parte questa situazione di “stand by” è provocata da una parte dalla pressione morale della Chiesa, che se pur meno forte sui cittadini italiani da qualche tempo ormai, rappresenta un elemento fortemente condizionante sulla morale comune, dall'altra, crediamo che quest'empasse sia strettamente correlata all’idea che il matrimonio si basa fondamentalmente sul concetto di famiglia.
Questo concetto, impone un certo timore nei confronti di quelle persone
In Italia le procedure fino ad ora seguite per l’approvazione di leggi sui matrimoni omosessuali non seguono l’iter e l’evoluzione che, invece, si è avuta in altri paesi. Ci si aspetterebbe che venissero prima riconosciute le unioni civili per poi passare alla legalizzazione dei matrimoni gay. Invece nel nostro Paese non sono legali nemmeno le unioni civili. Per questo si parla di “coppie di fatto”, coppie che, però, non sono legalmente riconosciute.
Non in tutta Italia, fortunatamente, è così. Vi sono alcune regioni in cui sono stati adottati dei provvedimenti locali che tutelano i partner non legalmente sposati, siano questi eterosessuali o omosessuali. Nel 2004 hanno adottato tali provvedimenti la Calabria, la Toscana, l’Umbria, l’Emilia-Romagna.
Parliamo ora, però, dell'elenco degli stati che hanno seguito i Paesi Bassi, primi nel 2000 ad approvare il matrimonio gay:


- Andorra
- Brasile
- Austria
- Colombia
- Repubblica Ceca
- Ecuador
- Finlandia
- Francia
- Germania
- Groenlandia
- Irlanda
- Israele
- Lussemburgo
- Nuova Caledonia
- Nuova Zelanda
- Slovenia
- Svizzera
- Wallis e Futuna
- Regno Unito
- Ungheria
- Uruguay


Siamo certi che presto anche in Italia si sbloccherà in maniera importante questa situazione, che ci teniamo a sottolineare, nulla ha a che vedere con discorsi ben più ampi e diversi come l'adozione ed il matrimonio religioso.
Ciò che è certo è che al di là di ogni preconcetto e giusta o meno valutazione personale nei riguardi della tematica omosessuale, la legge dovrebbe permettere a tutti i cittadini italiani e degli altri paesi, di avere eguali diritti, per lo meno nei termini delle norme che governano l'ambito prettamente fiscale e civile della vita familiare di 2 persone, che se pur dello stesso sesso, decidano di vivere la propria vita ed il proprio amore insieme e sotto lo stesso tetto.

Vi invitiamo ad ascoltare questa stupenda canzone ed a tradurla (o semplicemente a cercarne il testo tradotto in Italiano...). Il resto sta alla vostra sensibilità! ;-)


Quando le foto valgono più delle parole...

“La macchina fotografica è uno strumento semplice, anche il più stupido può usarla, la sfida consiste nel creare attraverso di essa quella combinazione tra verità e bellezza chiamata arte.”
Isabel Allende, Ritratto di seppia, 2001

Oggi abbiamo voluto iniziare il nostro post con una citazione di una delle più grandi scrittrici ed osservatrici della nostra epoca, perché se è vero che la fotografia sta sempre di più diventando "hobby" alla portata di tutti, non tutti coloro che possiedono una "macchina fotografica", o per meglio dire, dato che questo è un blog dedicato al matrimonio moderno, una fotocamera digitale, possono definirsi o essere definiti fotografi.

Tra i vari professionisti di ogni settore correlato all'organizzazione di matrimoni che abbiamo potuto conoscere grazie alla nostra attività di Wedding planners, è la personalità di Alessandro Brugnettini, quella che di sicuro ci ha stupiti di più. Questo perché, se solitamente ci ritroviamo a parlare con personaggi che, a ragion veduta, ci tengono ad esprimere, persino con veemenza ed ardore le proprie qualità e la propria professionalità, Alessandro, ha sin da subito chiarito le carte in tavola, facendoci comprendere che non è con le parole, con l'autoproclamazione di sè o citando esperienze di notevole importanza, che lui è solito promuoversi...perché ciò che questo fotografo di matrimoni professionista predilige, è che siano le sue fotografie a parlare per lui.

Ecco perché coglieremo la modernità del minimalismo in questo post, lasciando spazio agli scatti di un grande fotografo ed una grande persona: Alessandro Brugnettini di www.abfotos.it.