Cars & Yachts

Cars & Yachts
Noleggio auto e yachts di lusso per matrimoni

Il Wedding Selfie - Novità per i matrimoni 2.0

"Che ricordi vuoi avere?"

Questo è lo slogan dello studio fotografico di Dario Manfinati, fotografo che scatta da sempre e che mette la sua esperienza e la sua grande passione a disposizione degli Sposi 2.0 con servizi meno convenzionali e grande personalità.

Se alcuni servizi "standard" non possono mancare, come il "classico" servizio fotografico di matrimonio dalla preparazione al ricevimento/festa o il video di nozze grazie al supporto di validi assistenti, Dario ha pensato bene di dar modo, non solo agli sposi, ma anche agli invitati di rendere ancor più personale ed originale il matrimonio, grazie ad un'idea in particolare, che a noi è piaciuta molto.

L'idea, sicuramente in linea con i trend del momento e quindi col matrimonio moderno, è quella di mettere a disposizione di chi vorrà usufruirne un mini set fotografico (macchina fotografica professionale su cavalletto e 3 flash da studio) self-service (tipo selfie), in modo da potersi scattare delle foto più divertenti e fuori dagli schemi tramite un semplice telecomando.

Il prossimo step, per non smettere mai di essere al passo coi tempi, sarà quello di collegare la macchina fotografica ad un proiettore (tramite wifi) che proietterà le immagini in un altro posto della festa in modo che tutti gli invitati (anche chi in quel momento non è nella zona selfie), possa vedere in tempo reale le foto.

Un'idea quella del "Wedding Selfie" che siamo certo non lascerà indifferenti molto di voi sposi 2.0 e che potrà dare qualità professionale a qualcosa che siamo abituati a fare tramite i nostri smartphone, spesso, senza raggiungere il risultato sperato.
Pensate solo a quanto potrà essere divertente per gli Sposi e per voi, poter rivedere quegli scatti a distanza di tempo!
Se l'idea vi piace e lo stile di Dario Manfrinati è nelle vostre corde, non vi resta che contattare il fotografo che abbiamo ospitato oggi nel nostro Wedding Blog, tramite il suo sito: www.dariomanfrinati.com.

Wedding Reportage Lo stile inconfondibile del fotografo Emanuele Anastasio

Lo stile Reportage è un genere fotografico basato sulla purezza dell’immagine, il tutto si sviluppa nella maniera più naturale possibile, in totale assenza di pose, per consentire al fotografo di esprimere in assoluta libertà la sua capacità di cogliere i momenti più significativi dell'evento matrimoniale.
La capacità di raccontare, è questa la prerogativa basilare che contraddistingue lo stile del fotografo Anastasio, il tentativo audace di catturare con la sua fotografia le emozioni contrastanti che inevitabilmente condizioneranno l'evolversi di un momento così emotivamente intenso della vita degli sposi.
Una missione stimolante, un progetto intrigante, un obiettivo preciso: raggiungere con grande personalità e piglio rassicurante il giusto equilibrio per ottenere il massimo dal suo lavoro senza sottoporre gli sposi a stress eccessivi e soprattutto lasciandoli liberi di vivere le loro emozioni in totale assenza di vincoli generati da continue interruzioni e magari dal peso di una figura professionale troppo ingombrante.
È proprio grazie a questa scelta stilistica inequivocabile che Anastasio viene selezionato  dalla regista americana Chiara Clemente, figlia del maestro d'arte Francesco Clemente, come fotografo ufficiale della sua cerimonia nuziale tenutasi presso il prestigioso hotel Santa Caterina di Amalfi, la perla delle strutture ricettive del comune capofila della Costiera Amalfitana.
I frutti del suo lavoro e l'importanza dell'evento si rivelano talmente brillanti tanto da captare le attenzioni dell'edizione americana di Vogue, da sempre un punto di riferimento mondiale per chiunque si avvicini al mondo del fashion e della moda da qualsiasi prospettiva lo si voglia guardare.
Il fotografo Emanuele Anastasio è nato a Napoli nel 1981, vive e lavora prevalentemente per matrimoni in Costiera Amalfitana, disponibile a trasferirsi anche all'estero per eventi matrimoniali o comunque legati al mondo della moda e dello spettacolo. Lavora sia con reflex digitali che con reflex analogiche, macchina fotografica che sta avendo enorme richiesta negli ultimi anni di attività. Emanuele spesso è accompagnato da uno staff di cinematografi per riprese video con Drone.
Per toccare con mano il livello dei suoi scatti fotografici accedi direttamente al suo portale ufficiale: www.emanueleanastasio.com.

Segui Emanuele su Facebook: Emanuele AnastasioPhotographer
Segui Emanuele su Instagram: @emanuele_anastasio
Segui Emanuele su Pinterest: anastasio1981
Segui Emanuele su Tumblr: emanueleanastasio

Le Spose diventano dive di Hollywood con gli abiti da sposa Claraluna

La modernità è sempre più legata allo stile minimale e come nella scultura è l'arte del togliere sapientemente in favore di linee più semplici ed eleganti che contraddistingue i capolavori di moda e design in genere. E' proprio l'eleganza unita ad un sapore romantico che non rinuncia mai ad una sensuale, ma mai volgare femminilità , la peculiarità distintiva della collezione sposa 2016 by Claraluna "Great Hollywood Movies".

La Sposa è da sempre la “diva per un giorno”, ma Claraluna vuole enfatizzare questo concept, senza scadere in una cifra stilistica scontata ed anacronistica, bensì trovando equilibri unici tra Vintage e Contemporaneità, interpretando una femminilità sofisticata ed evocativa, rendendo così omaggio alle grandi dive del cinema Hollywoodiano, senza scimmiottarle, bensì ricordandole con classe e delicatezza, vestendo la Sposa 2.0 con un abito che non è solo moda e design, bensì fascino senza tempo e cultura moderna.


Negli abiti da sposa Claraluna della collezione 2016 troverete gonne dai volumi glamour, perfette per un matrimonio “Urban-Chic”, attente finiture e tessuti pregiati capaci di andare incontro alla continua ricerca di nuovi “Mood” e leggeri fiocchi in crine si alternano a chiffon, pizzo, tulle e mikado, che mettono ancor più in risalto la silhouette, attraverso tagli e dettagli di forte espressività creativa per esaltare la bellezza naturale della Sposa... che diviene così diva per un giorno e per sempre!
Seguite la pagina facebook di Claraluna per restare sempre aggiornate sulle novità dell'azienda: https://www.facebook.com/Claraluna.

Lo sposo che ci ripensa a pochi giorni dal matrimonio deve risarcire la Sposa!

Quante volte nei film abbiamo visto scappare lo Sposo o la Sposa all'altare o addirittura non presentarsi proprio il giorno del matrimonio, tirandosi indietro come nel peggiore degli incubi? Sembrano cose prodotte dalle sole menti dei registi per creare suspance, ma in realtà accadono davvero, se pur, per fortuna, molto raramente!
Fatto sta che in Italia c'è un precedente che rivoluziona questa dinamica e nello specifico parliamo della sentenza n. 20889/15 dellaCassazione che ha confermato le sentenze emesse dal Tribunale di Prato e dalla Corte di Appello di Firenze concernente la mancata dimostrazione dell’esistenza di un giustificato motivo di rifiuto del convenuto ad addivenire al matrimonio.

Il caso nello specifico riguarda due giovani che dopo esser stato fidanzati per 11 anni hanno deciso di sposarsi, con relativa pubblicazione.
Come tutte le Spose che si rispettino, anche la Sposa in questione inizio a sostenere spese per i preparativi e per una futura vita insieme: lavori di ristrutturazione sull’immobile del convenuto, acquisto dei mobili nonché, ovviamente, la spesa per l’abito da sposa e per il resto dei preparativi.
Lo Sposo, o meglio, il potenziale Sposo, una settimana prima rifiutava di contrarre matrimonio motivando la propria condotta nell’aver scoperto la frequentazione dell’ex fidanzata con un collega di lavoro.
"Pertanto, impugnava la sentenza di Appello e proponeva ricorso in Cassazione lamentando vizi di motivazione, nonché violazione degli artt. 81, 116, 2697, 2735 c.c.
Giova ricordare che agli artt. 80 e 81 c.c. si disciplina la promessa di matrimonio solenne e semplice.
La prima si presenta nella forma di scrittura privata o con la richiesta di pubblicazione di matrimonio secondo le modalità previste dall’art. 93 c.c. con la conseguenza che obbliga chi rifiuta il matrimonio oltre alla restituzione dei doni anche a risarcire all’altra parte il danno per le spese fatte e per le obbligazioni contratte a causa della promessa, salvo prova contraria proponendo domanda entro un anno dal giorno del rifiuto.
La seconda in forma libera prevede che il promittente possa chiedere la restituzione dei doni fatti a causa della promessa, proponendo domanda entro un anno dal giorno del rifiuto di celebrare il matrimonio o della morte di uno dei promittenti.
Da un’attenta disamina i giudici di legittimità osservarono che: “il totale degli esborsi sostenuti dalla ex fidanzata si collocavano tutti in epoca prossima al matrimonio evidenziando quindi il loro nesso eziologico con il matrimonio stesso.
Pertanto nel caso specifico, correttamente la Corte d’Appello ha ritenuto risarcibili le spese provate dall’ex fidanzata relative sia all’abito da sposa e sia degli arredi e dei lavori di ristrutturazione effettuati nella casa del futuro sposo scelta quale casa coniugale”.
Ne consegue che il mancato sposo dovrà risarcire anche le spese di giudizio di legittimità."

Con questo ovviamente non vogliamo intimorire nessuno, in quanto siamo coscienti della rarità del caso, ma di certo questo precedente dovrebbe suggerire maggior cautela nel prendere una decisione così importante e la massima trasparenza da parte di entrambi i futuri Sposi. Ovviamente, senza dimenticare mai che alla base del matrimonio c'è e dovrà sempre e solo esserci l'Amore!